domenica 20 maggio 2018

Proteggere il Creato per difendere l’Uomo


di Anacleto Antonini
La scuola sta per finire e l'oratorio estivo è in arrivo. In questo mese di maggio nelle nostre comunità parrocchiali, dando il via alle iscrizioni, si respira un fremito organizzativo di giochi, canti, uscite, laboratori, preghiere. In questo vero e proprio fermento laboratoriale anche quest’anno la Diocesi di Foligno attraverso l’equipe di formatori del Coordinamento Diocesano Oratori propone, per il secondo anno consecutivo, un sussidio per gli oratori parrocchiali dal titolo “Il creato non può attendere”. Lo strumento di lavoro degli oratori esamina le parole di Papa Francesco nell’enciclica Laudato sì “La sfida urgente di proteggere la nostra casa comune comprende la preoccupazione di unire tutta la famiglia umana nella ricerca di uno sviluppo sostenibile e integrale, poiché sappiamo che le cose possono cambiare. Il Creatore non ci abbandona, non fa mai marcia indietro nel suo progetto di amore, non si pente di averci creato. L’umanità ha ancora la capacità di collaborare per costruire la nostra casa comune”. Al centro della grande avventura estiva ci sarà un punto fisso: “vivere il creato” che chiede ora un aiuto e la sua salvezza, è un modo costante per poter incontrare DIO. Questo sussidio vuole essere un supporto per gli educatori e per gli animatori utile a vivere l’esperienza dell’oratorio come un viaggio attraverso gli elementi che compongono il nostro creato: Acqua, Terra, Cielo, e Uomo. Il viaggio proposto permetterà ai ragazzi di trovare occasioni per riflettere sul rapporto con la natura e il profondo legame con l’uomo che è chiamato ad essere suo custode e non dominatore. I ragazzi “JUMPERS TEAM” saranno impegnati nelle quattro settimane alla SCOPERTA, al SALVATAGGIO, alla COSTRUZIONE del CREATO e ogni giorno esporranno IL BENE e lo SPIRITO che li ACCOMPAGNA, decidendo insieme di essere custodi fedeli nell’amore per questo mondo e per le creature che lo popolano. Educatori, Animatori, e Ragazzi grazie ad un “vascello” (l’oratorio) potranno viaggiare in ogni parte della terra per poter intervenire in aiuto degli elementi importanti della custodia del creato attraverso esperienze diverse. Il Vascello è il luogo delle grandi avventure che trasporta tutti nel grande viaggio. È anche il luogo della Scoperta, della Responsabilità, della Consapevolezza di un Amore Superiore che unisce e che farà scoprire ai Jumpers la loro vera natura di UOMINI e DONNE testimoni dell’amore di DIO che è PADRE. Il vascello - oratorio, per fare questo lungo viaggio dovrà essere costruito rispettando alcuni elementi fondamentali: 1) il Ponte del Capitano: luogo d’incontro delle guide (gli animatori). 2) La Prua del Silenzio: E’ il luogo dove i Jumpers Team si trovano per la preghiera per vivere il prossimo approdo. 3) Il Ponte Piazza: è il ponte dove si lanciano i nuovi approdi. 4) La Torre Albero: è il punto più alto dove a turno vanno gli osservatori. 5) La Fucina del Vascello: è il Luogo dei Laboratori. 6) Le Vele di Poppa: è il punto di controllo dei Jumpers Team di turno. In quest’avventura gli oratori estivi rimangono una grande opportunità per tutti. Un laboratorio di vita per le famiglie che trovano in parrocchia luoghi e persone a cui affidare i propri figli e occasioni per ritrovarsi insieme con altri genitori creando così significative «alleanze» educative. Per la comunità parrocchiale, un laboratorio di fede, perché gli oratori estivi sono, prima di tutto, una grande esperienza di Vangelo dove gli animatori imparano ad amare il prossimo, ad amare i più piccoli e a prestare attenzione, in modo particolare, a coloro che hanno più bisogno di affetto e incoraggiamento.

lunedì 30 aprile 2018

I VERI EROI SONO QUELLI CHE NON HANNO PAURA DI DENUNCIARE

di Anacleto Antonini

Martedì 24 aprile 2018, si è svolto a Palazzo Trinci un interessante incontro sui temi “ambiente, salute, legalità”. L’incontro organizzato dal Progetto Cittadini del Mondo promosso dalla Diocesi di Foligno, era indirizzato a far riflettere gli studenti sulla salvaguardia dell’ambiente e sensibilizzarli su alcune tematiche che, a volte,vengono sottovalutate e messe da parte soprattutto dai mass media. Al convegno hanno partecipato gli studenti delle classi seconde del Liceo delle scienze umane Beata Angela. Relatore principale Don Marco Ricci sacerdote della parrocchia di Ercolano (Campania) vincitore del premio 2017 «Luisa Minazzi – Ambientalista dell’anno» per il suo impegno nella società civile a favore dell’ambiente, del prossimo e della legalità. Il premio è stato promosso da Legambiente e dal mensile «La Nuova Ecologia». Gli altri ospiti il Prof. Fausto Gentili già docente di filosofia Liceo Classico Frezzi e direttore dell’Officina della Memoria di Foligno, Marianna Ciano vicepresidente dell’Associazione “Salute Ambiente Vesuvio”. Nell'introduzione della conferenza il prof. Gentili ha esposto i concetti principali dell’enciclica “Laudato sì” scritta da Papa Francesco il quale afferma che “in larga parte è l’uomo che prende a schiaffi la natura continuamente. Noi ci siamo un po’ impadroniti della natura, della sorella terra e della madre terra.” Il prof. Gentili estende questa citazione con dei concetti molto interessanti. I figli a volte non sono grati ai genitori, così succede con la madre terra, non tutti i suoi figli le sono grati e non riescono a riconoscere il suo valore. Gli uomini sono davvero irrispettosi nei suoi confronti e lei di certo non ce la farà “passare liscia”. Il professore afferma "che dobbiamo fare qualcosa finché siamo in tempo, dobbiamo partire dai piccoli gesti per fare grandi cambiamenti e far vivere al meglio le generazioni future". Entra nel discorso del tema Marianna Ciano, la quale ha vissuto in prima persona le conseguenze catastrofiche delle Terre dei fuochi perdendo il nonno e il cugino, presentando il lavoro di sensibilizzazione dell’associazione che si propone di monitorare e denunciare la grave situazione ambientale e sanitaria che caratterizza la zona vesuviana, con riferimento all'allarmante diffusione di malattie tumorali. Di seguito Don Marco Ricci ha presentato la cosidetta “Terra dei fuochi” una vasta area tra le province di Napoli e Caserta dove la criminalità organizzata ha cercato e desidera di gestire ancora oggi e smaltire illegalmente rifiuti speciali provenienti da tutta Italia. La definizione “Terra dei fuochi” deriva da una frase utilizzata da Roberto Saviano nel libro Gomorra, che a sua volta riprende i Rapporti Ecomafia pubblicati da Legambiente. Don Marco ha illustrato agli studenti le realtà che si vive in quelle terre. La situazione è veramente disastrata. Corruzione, inquinamento ed alto tasso di mortalità è ciò che regna nei territori vicini alle discariche illegali. L’80% degli abitanti di quel territorio sono malati di cancro o leucemia ma la malattia più brutta, ha sottolineato il sacerdote napoletano, non è il cancro, ma l’omertà. “Ovviamente alla citazione della terra dei fuochi – ha continuato don Marco – avrete tutti pensato alla Campania, ma non è così. Lo scarico illegale di rifiuti, riguarda l’intera nazione. I rifiuti che vengono bruciati arrivano persino dal Nord”. Alla domanda “perché si è sviluppato questo meccanismo?” don Marco ha risposto senza giri di parole “tutta una questione di soldi”. “Le persone che non vogliono spendere soldi per far distruggere i rifiuti tossici in modo legale, preferiscono far guadagnare la camorra, preferiscono inquinare i territori e far morire migliaia di persone, con la consapevolezza del fatto che le persone che potrebbero morire, sono i propri familiari o addirittura loro stessi. Fa veramente paura come l’attaccamento al denaro spinga l’uomo ad accettare anche la morte dei propri cari”. In conclusione sia don Marco Ricci che Fausto Gentili hanno affermato che l’inquinamento ambientale non riguarda solo la “Terra dei Fuochi” ma le "Terre dei Fuochi” che sono dislocate in tante regioni italiane. Dobbiamo perciò prendere sempre più coscienza che tutta la nostra penisola è inquinata e iniziare a prendersi cura della nostra madre terra a partire dai cambiamenti sia nel nostro stile di vita che di produzione economica e di consumo, perché come dice nell’enciclica Papa Francesco esortanto tutti gli uomini e le donne di buona volontà “Dio perdona sempre, gli uomini qualche volta, ma la terra non perdona mai”.

Articolo scritto con i contributi delle studentesse della classe 2BSU Ilaria Carlini, Anna Savini, Alice Cesarini, Anita Ajdini

martedì 17 aprile 2018

Imprenditori di se stessi. Dall'idea all'impresa

Sabato 21 aprile alle ore 10 presso la sala conferenze di Palazzo Trinci (Foligno) si svolgerà la finale di un percorso didattico dal titolo "Imprenditori di se stessi. Dall'idea all'impresa" che vedrà coinvolti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado della città di Foligno, nell'ambito del Progetto Cittadini del Mondo promosso dalla Diocesi di Foligno a sostegno dell'imprenditoria giovanile. Il progetto è patrocinato dalla Regione Umbria, dall'Ufficio scolastico regionale, dalla Provincia di Perugia, dal Comune di Foligno e sponsorizzato dalla Banca di Credito Cooperativo Spello e Bettona.

Con questo percorso la diocesi vuole sostenere, nell'ambito dell’alternanza Scuola – Lavoro, lo sviluppo di idee imprenditoriali tra i giovani ampliando l'accesso alla cultura e agli strumenti atti a favorire la creatività e dando impulso e fiducia alla loro capacità d'innovazione.  Con la collaborazione di esperti formatori, come Simone Bellucci R&S Diva international, Roberto Pizzi Workshop Manager presso UmbraGroup, gli operatori dell'Associazione Il Girasolesi è cercato in questo anno scolastico di far acquisire agli studenti la consapevolezza di poter portare avanti una propria idea di business attraverso l’apprendimento di un percorso strutturato atto a stimolare la propria creatività calandola nel mercato di oggi e acquisendo alcune competenze chiave come Creare un'Idea vincente, Lavorare in Team, la Leadership, Nozioni di Marketing e Vendita, Pianificazione e Organizzazione del Lavoro, Presentazione ed Esposizione al Pubblico, Basi di StartUp, Piano Economico e Business Model.

Le scuole si sfideranno presentando le loro idee imprenditoriali che saranno valutate da una commissione esaminatrice formata da docenti, imprenditori e professionisti: Giovanni Patriarchi Assessore sviluppo economico Comune di Foligno, Sergio Sacchi docente di Economia Università di Perugia, Cristina Pucci psicologa e Consulente Divisione Training & HR presso Methodos ConsultingGianluca Mascioliniimprenditore M.D.G. SAS, Simona Ciavatta H&R Diva International SRL, Giorgio Fringuelli Area Manager Hera SRL, Giacomo Marinangeli CTO at Cloud Academy.


Per la Chiesa di Foligno il sostegno alla creatività giovanile è un sicuro investimento per il futuro, un’opportunità di pensare al lavoro e alle nuove professioni dando spazio al desiderio dei giovani stessi che vogliono essere parte attiva di una comunità a sostegno e alla valorizzazione del territorio.

sabato 14 aprile 2018

CONVEGNO “IO NON HO PAURA”


Giovedì 19 aprile si aprirà la Settimana Giovani Idee per il Territorio con un convegno dal titolo “Io non ho paura” realizzato in collaborazione con l’Istituto tecnico tecnologico Leonardo Da Vinci ed il Comitato 3 Ottobre, nell’ambito del Progetto Cittadini del Mondo promosso dalla Diocesi di Foligno con il patrocinio della Regione Umbria, dell’Ufficio scolastico regionale, della Provincia di Perugia, del Comune di Foligno. Il convegno chiude un percorso, che ha coinvolto gli studenti dell’Istituto tecnico tecnologico Leonardo Da Vinci, dal titolo “L’Europa inizia a Lampedusa”. Un progetto del MIUR nato in occasione della Giornata della memoria e dell’accoglienza del 3 ottobre, per sensibilizzare gli studenti sul tema dei migranti, promuovendo processi di accoglienza e di integrazione, incentrati su uno scambio interculturale e di conoscenza reciproca con migranti, richiedenti asilo e rifugiati. Il 3 ottobre del 2013, alle 4.30 del mattino, una nave partita la sera precedente dalla Libia affonda a pochi metri di acqua da Lampedusa. L’imbarcazione aveva bordo tra 520 e 550 persone. Nonostante i tentativi di aggrapparsi a pezzi di relitto e l’intervento di alcuni pescatori attirati dalle grida, 368 persone muoiono affogate. I superstiti furono 155. Poco tempo dopo la strage di Lampedusa, si costituisce il Comitato 3 Ottobre, con lo scopo di fare riconoscere la data quale “Giornata della Memoria e dell’Accoglienza” sia a livello nazionale che Europeo.  

Il programma del convegno inizierà alle ore 9.30 con il ritrovo degli studenti presso la piazzetta 3 Ottobre. Saluto del Sindaco Nando Mismetti e di don Luigi Filippucci Direttore regionale della Migrantes e Responsabile del Progetto Cittadini del Mondo.

A seguire partirà un corteo degli studenti per le vie della città aperto dallo striscione “Proteggere le persone non i confini”.

Alle ore 10.15 presso l’Auditorium San Domenico di Foligno apertura del convegno “Io non ho paura” con i saluti di Rosa Smacchi dirigente scolastica, Donatella Porzi Presidente Assemblea Legislativa Regione Umbria, Antonella Iunti Dirigente Ufficio scolastico regionale. Moderati dal prof. Carlo Felice gli interventi di Simone Varisco Ufficio ricerca della Fondazione Migrantes, di Alessandro Maria Vestrelli Dirigente Regione Umbria per il Servizio Programmazione e sviluppo della rete dei servizi sociali e integrazione socio-sanitaria, di Eleonora Bigi Dirigente Regione Umbria Sezione immigrazione, protezione internazionale, promozione della cultura della pace, di Tareke Brahme Presidente Comitato 3 ottobre.

L’incontro si concluderà alle ore 12.00 con un momento di festa curato dagli operatori dello SPRAR attraverso danze e canti che vedranno coinvolti i richiedenti asilo politico presenti a Foligno.

sabato 31 marzo 2018

Settimana Giovani Idee per il Territorio


La settimana "Giovani Idee per il Territorio" è la fase finale del percorso didattico "Progetto Cittadini del Mondo" promosso dalla Diocesi di Foligno con il patrocinio della Regione Umbria, dell'Ufficio scolastico regionale, della Provincia di Perugia e del Comune di Foligno, e che vede coinvolti nei vari eventi gli studenti e le studentesse delle scuole di ogni ordine e grado di Foligno. Sono tre le aree tematiche affrontate nell'anno scolastico 2017 - 2018: 1) Custodia del Creato; 2) Migranti; 3) Lavoro.

Programma:

Giovedì 19 aprile 2018 – ore 10 presso l’Auditorium San Domenico convegno dal titolo “Io non ho paura” a conclusione del percorso “L’Europa inizia a Lampedusa” in collaborazione con l’Istituto tecnico tecnologico L. Da Vinci. Insieme a Tareke Brahne Presidente Comitato 3 ottobre saranno presenti diverse personalità ecclesiali ed istituzionali per affrontare il tema dell’accoglienza, dell’integrazione, con i nuovi migranti.

Sabato 21 aprile 2018 – ore 10 Palazzo Trinci sala conferenza, finale del percorso “Imprenditori di sé stessi. Dall’idea all’impresa”. Presentazione di alcune idee imprenditoriali proposte dagli studenti e studentessa dell’Istituto tecnico tecologico L. Da Vinci, Istituto professionale E. Orfini, Istituto tecnico economico F. Scarpellini nell’ambito dell’alternanza scuola – lavoro.

Lunedì 23 aprile 2018 – ore 17 Spazio ZUT ex Cinema Vittoria esposizione a tutta la cittadinanza di elaborati fotografici realizzati dagli studenti nell’ambito del laboratorio di fotografia curato dall’associazione Bande à part. Gli obiettivi didattici e le finalità educative di questa attività sono stati molteplici, primo fra tutti stimolare nei bambini/ragazzi la capacità di osservazione del mondo e degli altri: uno sguardo della realtà, sulla realtà da punti di vista altri, liberi e creativi, in cui le differenze e le diversità diventano ricchezza comune.

Martedì 24 aprile 2018 – ore 10 Palazzo Trinci sala conferenza, “Ambiente, Legalità, Salute” incontro degli studenti con don Marco Ricci parroco nella città di Ercolano presso la parrocchia S. Cuore di Gesù, la più vasta della diocesi di Napoli per estensione territoriale, alle falde del Vesuvio, nel cuore dell'omonimo Parco Nazionale. Presidente dell'Associazione "Salute Ambiente Vesuvio" e grazie alle sue denunce sono stati rinvenuti rifiuti tossici interrati nel Parco Nazionale dalla camorra negli anni '80-'90; ancora oggi, con l'aiuto dei volontari dell'associazione, svolge una costante azione di denuncia e sensibilizzazione sulla salvaguardia del creato. Ha ricevuto nel 2017 il premio 'Luisa Minazzi - Ambientalista dell’Anno' istituito da Legambiente.

sabato 3 marzo 2018

I PROTAGONISTI DEL CONVEGNO SUL LAVORO

I protagonisti dell'annuale convegno sul tema del lavoro promosso dall'Ufficio per i problemi sociali ed il lavoro della Diocesi di Foligno dal titolo "il lavoro che vogliamo. Imprenditoria, Partecipazione, Territorio". che si svolgerà venerdì 16 marzo 2018 alle ore 17.15 presso l'Azienda LECHLER S.p.A. in via Bianca 29 Sant'Eraclio di Foligno

Elisabetta TONDINI Responsabile Area Processi e Politiche Economiche e Sociali presso l’Agenzia Umbria Ricerche
Le sue pubblicazioni con l’agenzia: Umbria ancora una regione di mezzo? (2006), Il quadro macroeconomico e l'evoluzione del modello umbro (2010), Fenomeni recessivi nel quadro strutturale: riflessioni sulla competitività dell’Umbria (2012), Profili di macroeconomia (2015), Le anime economiche dell'Italia centrata (2017).

Aram MANOUKIAN Amministratore Delegato LECHLER S.p.A
Laureato in Economia e Commercio, lavora da metà degli anni ‘80 nel Business delle Vernici. Dopo una breve esperienza presso la F.lli Manoukian di Luisago, entra in Lechler con ruoli di crescente responsabilità occupandosi di marketing strategico e della riorganizzazione del Gruppo. Da vent’anni nel Consiglio di Amministrazione, assume il ruolo di Amministratore Delegato nel 2004 e quello di Presidente nel 2010. E’ componente il Consiglio Generale di Confindustria a Roma e di Unindustria a Como. Siede nel Consiglio Direttivo di Federchimica ed è membro del Consiglio di AVISA, l’Associazione dei produttori di vernici, adesivi ed inchiostri, di cui è stato Presidente per tre mandati. Nel Consiglio di Amministrazione della Fondazione Ambrosoli, partecipa alle attività del Rotary Baradello di Como. Dal aprile 2015 e membro del Consiglio d’Amministrazione dell’Associazione Lirica e Concertistica Italiana – As.li.co

Catiuscia MARINI Presidente Regione Umbria
Laureata in Scienze politiche con indirizzo internazionale. Dal 2007 è dirigente di Legacoopumbria. Consigliere comunale e vice Sindaco di Todi dal 1990 al 1998. Dal 1998 al 2007 è stata Sindaco di quella città alla guida di una coalizione di centrosinistra. E' stata Presidente dell'Anci Umbria. Tra il 2008 ed il 2009 ha ricoperto la carica di Parlamentare europeo. Iscritta al Gruppo Pse. Nel marzo 2010 è eletta Presidente della Regione Umbria. Nel giugno 2010 viene nominata membro titolare del Comitato delle Regioni. Membro della Commissione per la politica di coesione territoriale (Coter) e della Commissione per i problemi economici e monetari (Econ). Tra l'ottobre 2011 ed il giugno 2014 ha ricoperto la carica di Primo Vice Presidente del gruppo del Partito Socialista Europeo (PSE) del Comitato delle Regioni. Vice Presidente del Comitato delle Regioni da giugno 2014 a gennaio 2015. Da febbraio 2015, per il secondo mandato, fa parte del Comitato delle Regioni e ricopre la carica di Presidente del gruppo PSE. E’ rieletta Presidente della Regione Umbria nel maggio 2015.

Giorgio MENCARONI Presidente Unioncamere Umbria
Laureato in Ingegneria Civile presso l’Università di Pisa nel febbraio 1972. Ha iniziato l’attività professionale e imprenditoriale, collaborando con l’impresa di famiglia “Mencaroni Costruttori” s.r.l. della quale è attualmente Presidente. Amministratore delegato di Casa di Valeria s.a.s. di Mencaroni Giorgio e C. proprietaria dell’Hotel Lido di Passignano sul Trasimeno. Amministratore delegato di Albergo Fortuna s.a.s. di Mencaroni Giorgio e C. proprietaria dell’albergo Fortuna di Perugia.


Paolo BAZZICA Presidente territoriale di Confindustria
Dal 1974 Amministratore di aziende che operano nel settore della produzione di manufatti in polistirolo espanso e di macchinari per lo stampaggio dell’EPS e dell’EPP tra cui Bazzica srl e Promass srl con sede a Foligno. Amministratore della Bazzica Engineering, società titolare di numerosi brevetti a livello mondiale. Bazzica è stato assessore alle Attività produttive e allo Sviluppo economico del Comune di Foligno, è presidente del Consorzio Aeroporto Foligno – Spoleto e Consigliere della società Logistica Umbra spa di Foligno.

Benedetto TUZIA Vescovo della diocesi di Orvieto – Todi
Laurea in teologia presso la Pontificia Università Lateranense. Il 28 gennaio 2006 papa Benedetto XVI lo nomina vescovo ausiliare di Roma per il settore ovest e vescovo titolare di Nepi. Il 31 maggio 2012 papa Benedetto XVI lo nomina vescovo di Orvieto-Todi. E’ delegato Conferenza Episcopale Umbra per la pastorale dei problemi sociali ed il lavoro.

Enrico PRESILLA Direttore Gazzetta di Foligno
Giornalista pubblicista, è laureato in Scienze Politiche indirizzo Politiche Sociali e del Lavoro e ha conseguito il Master di II Livello in Innovazione e Management nelle Amministrazioni Pubbliche. È Ispettore del Lavoro presso la Direzione Territoriale del Lavoro di Perugia e svolge docenze in corsi di formazione e/o riqualificazione per organismi pubblici in materia di diritto del lavoro. Dal 2011 cura, insieme al collega dr. Andrea Seppoloni, la rubrica “L’ispezione del lavoro - casi pratici” per la rivista telematica eDotto, nella quale vengono affrontate le dinamiche riguardanti il mondo del lavoro e forniti gli strumenti per risolvere le questioni più controverse, con un particolare richiamo alle fonti normative, agli orientamenti giurisprudenziali e alla prassi amministrativa.